La famiglia reale e concreta, in tutte le sue diverse sfaccettature, non un modello astratto e idealizzato; la grande famiglia umana, che nasce a partire dalla custodia della vita sin dal suo concepimento; la famiglia che è la Chiesa; la famiglia che si crea in ogni cortile salesiano.

Sono molti i significati espressi dal Poster della Strenna del Rettor Maggiore per il 2017, elaborato dall’illustratore Mauro Borgatello, che viene mostrato per la prima volta oggi.

Il poster della Strenna è un sussidio che mira a presentare, con la forza dell’immagine, il messaggio che il Rettor Maggiore affida alla Famiglia Salesiana. Nello scorso luglio 2016, Don Ángel Fernández Artime, in linea con la riflessione che, a partire dal Papa, sta coinvolgendo tutta la Chiesa, ha proposto il tema della famiglia.

Siamo Famiglia! Ogni casa, scuola di Vita e di Amore” è stato il motto prescelto.

“Lo spunto che ha guidato la mia mano è tutto racchiuso in questa frase: semplice ed efficace – ha spiegato l’artista autore del poster –. La scuola è una sfida: ci sprona a migliorare e ci forma per la vita futura. È un luogo di aggregazione, ma anche di formazione. La Famiglia, inoltre, è terreno di confronto: esiste ed è vera solo se c’è accoglienza, rispetto ed entusiasmo che supera le difficoltà. Comprende persone di età differenti, usi e costumi eterogenei, di paesi lontani. Il dolore, l’handicap, le diverse culture… La Famiglia è diversità che si fa unione di cuori, è cercare un arricchimento tra le tante differenze, è scoprirsi più completi e felici nel cammino fatto insieme”.

Essa dunque non è una manifestazione esclusiva salesiana, ma resta comunque una dimensione fondamentale degli ambienti e delle esperienze di chi si ispira a Don Bosco, la cui sagoma è per questo accennata sullo sfondo.

Autore del poster, approvato dal Rettor Maggiore, è l’illustratore ed animatore multimediale Mauro Borgarello, professionista che ha iniziato la sua attività nel 1995 e che ha collaborato negli anni con diverse case editrici e di produzione cinematografica. Nel 1998 ha vinto con un suo cortometraggio d’animazione il “Torino Film Festival”, ricevendo in seguito numerosi riconoscimenti in ambito nazionale per altri suoi lavori. Attratto dalla versatilità dei nuovi media, utilizza il disegno come supporto per veicolare concetti ed idee – tramite app, fumetti multimediali ed interattivi e microcontent ed infografiche animate. Dal 2000 Collabora con Missioni Don Bosco a Valdocco, realizzando progetti editoriali e di comunicazione.

Il poster, elaborato in 7 lingue, è disponibile su ANSFlickr. Il file .psd con i livelli aperti per la riedizione in altre lingue sarà disponibile sul sito sdb.org e, su richiesta, all’indirizzo ans@sdb.org